Scadenza del 31 Luglio 2020

DICHIARAZIONI DEI REDDITI 2020 – Versamento Imposte Persone Fisiche NON titolari di P.Iva

31 Luglio 2020 in Scadenze

I soggetti NON titolari di partita IVA esclusi i soggetti che partecipano in attività economiche per le quali si applicano gli indici sintetici di affidabilità fiscale tenuti ad effettuare i versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi annuali delle persone fisiche (Modelli 730/2020, REDDITI Persone Fisiche 2020) che hanno scelto il pagamento rateale ed hanno effettuato il primo versamento entro il 30 giugno 2020, devono effettuare il versamento della 2° rata delle imposte risultanti dalle dichiarazioni annuali a titolo di saldo per l'anno 2019 e di primo acconto per l'anno 2020 con applicazione degli interessi nella misura dello 0,33%, per coloro che invece si avvalgono della facoltà di effettuare i versamenti entro il trentesimo giorno successivo al termine previsto ai sensi dell'art. 17, comma 2, del D.P.R. n. 435/2001, devono maggiorare l’importo da versare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo. ATTENZIONE: il presente adempimento riguarda i versamenti emergenti dalle dichiarazioni dei redditi e dell'IVA dei soggetti non interessati dall'applicazione degli ISA e non forfettari. 

Il versamento va effettuato con Modello F24 utilizzando i seguenti codici tributo: 

  • ¨ 1668 Interessi pagamento dilazionato imposte erariali 
  • ¨ 4001 Irpef – saldo 
  • ¨ 4033 Irpef acconto – prima rata 
  • ¨ 4200 acconto imposte sui redditi soggetti a tassazione separata 
  • ¨ 3801 addizionale regionale all'Irpef 
  • ¨ 3805 Interessi pagamento dilazionato tributi regionali 
  • ¨ 3843 addizionale comunale all'Irpef – autotassazione – acconto 
  • ¨ 3844 addizionale comunale all'Irpef – autotassazione – saldo 
  • ¨ 3857 INTERESSI PAGAMENTO DILAZIONATO – AUTOTASSAZIONE – ADDIZIONALE COMUNALE ALL'IRPEF 
  • ¨ 4040 imposta su redditi soggetti a tassazione separata, a ritenuta a titolo d'imposta o a imposta sostitutiva derivanti da pignoramento presso terzi dovuta dal creditore pignoratizio o da beni sequestrati
  • ¨ 4041 imposta sul valore degli immobili situati all’estero (Ivie) – saldo 
  • ¨ 4044 imposta sul valore degli immobili situati all’estero (Ivie) – acconto prima rata 
  • ¨ 4043  imposta sul valore delle attività finanziarie detenute all’estero (Ivafe) – saldo 
  • ¨ 4047 imposta sul valore delle attività finanziarie detenute all’estero (Ivafe) – acconto prima rata 
  • ¨ 1840 imposta sostitutiva su locazioni abitative ("cedolare secca") – acconto prima rata 
  • ¨ 1842 imposta sostitutiva su locazioni abitative ("cedolare secca") – saldo 
  • ¨ 1100 Imposta sostitutiva su plusvalenze per cessione a titolo oneroso di partecipazioni qualificate

Studio Dr. Maurizio Mottola - Dottore Commercialista - Revisore Legale - Partita IVA: 02676200732