Scadenza del 16 Novembre 2020

DICHIARAZIONI DEI REDDITI 2020 SOGGETTI IRES – Versamenti Imposte

16 Novembre 2020 in Scadenze

I soggetti IRES, tenuti ad effettuare i versamenti risultanti dalla dichiarazione dei redditi (modello REDDITI SC 2020 e modello ENC 2020), con periodo d'imposta coincidente con l'anno solare che approvano il bilancio entro 120 giorni dalla chiusura dell'esercizio e che esercitano attività economiche per le quali NON sono stati approvati gli indici sintetici di affidabilità (Isa), che hanno scelto il pagamento rateale ed hanno effettuato il primo versamento entro il 30 giugno 2020, devono effettuare il versamento della 6° rata:

  • a titolo di saldo 2019 o come prima rata dell'anno 2020, delle imposte risultanti dalle dichiarazioni Redditi Sc 2020, Enc 2020 e Irap 2020;
  • e del saldo Iva 2020 risultante dalla dichiarazione annuale maggiorato dello 0,40% per mese o frazione di mese per il periodo 16/3/2020 – 30/6/2020, 

con applicazione degli interessi nella misura dello 1,50%.

Per coloro che invece hanno effettuato il primo versamento entro il 30 luglio 2020, si tratta del versamento della 5° rata, maggiorando preventivamente l'intero importo da rateizzare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo, con applicazione degli interessi nella misura dello 1,17%.

 

Per i soggetti Ires tenuti ad effettuare i versamenti risultanti dalla dichiarazione dei redditi (modello REDDITI SC 2019 e modello ENC 2019), con periodo d'imposta coincidente con l'anno solare che approvano il bilancio entro 120 giorni dalla chiusura dell'esercizio, che esercitano attività economiche per le quali SONO stati approvati gli indici sintetici di affidabilità, e che si sono avvalsi del differimento previsto dal Dpcm del 27 giugno 2020 si tratta della:

  • 5° rata per coloro che si sono avvalsi del differimento previsto dal DPCM 27 giugno 2020, e che hanno effettuato il primo versamento il 20 luglio 2020, con applicazione degli interessi nella misura dello 1,29%, 
  • 4° rata per chi ha effettuano il primo versamento il 20 agosto 2020, maggiorando le somme da versare dello 0,40 per cento a titolo di interesse corrispettivo, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,96 %.

 

Il versamento va effettuato con Modello F24 utilizzando i seguenti codici tributo:

  • 1668 Interessi pagamento dilazionato imposte erariali
  • 2003 Ires – saldo
  • 2001Ires acconto – prima rata
  • 2004 addizionale Ires – acconto prima rata
  • 2006 addizionale Ires – saldo
  • 2013 addizionale Ires 4% settore petrolifero e gas – acconto prima rata
  • 2015 addizionale Ires 4% settore petrolifero e gas – saldo
  • 2018 maggiorazione Ires società di comodo – acconto prima rata
  • 2020 maggiorazione Ires società di comodo – saldo
  • 2025 addizionale Ires per gli intermediari finanziari – saldo
  • 2041 addizionale Ires per gli intermediari finanziari – acconto prima rata
  • 1126 imposta sostitutiva a seguito di operazioni straordinarie (art. 1, c. 46-47, legge 244/2007) – maggiori valori immobilizzazioni materiali e immateriali
  • 1821imposta sostitutiva a seguito di operazioni straordinarie (art. 15, c. 10-12, Dl 185/2008) – maggiori valori attività immateriali
  • 1822 imposta sostitutiva a seguito di operazioni straordinarie (art. 15, c. 10-12, Dl 185/2008) – maggiori valori altre attività immateriali
  • 1823 imposta sostitutiva a seguito di operazioni straordinarie (art. 15, c. 10-12, Dl 185/2008) – maggiori valori crediti
  • 3800 Irap – saldo
  • 3812 Irap acconto – prima rata
  • 3805 – Interessi pagamento dilazionato tributi regionali
  • 6099 versamento Iva sulla base della dichiarazione annuale
  • 2118 soggetti diversi dalle persone fisiche – maggiorazione 3% adeguamento studi di settore.

Il versamento saldo Irap deve essere effettuato esclusivamente dai soggetti individuati nell'articolo 24, comma 2, del DL 19 maggio 2020, n. 34 (Dl "Rilancio").

Studio Dr. Maurizio Mottola - Dottore Commercialista - Revisore Legale - Partita IVA: 02676200732