Scadenza del 30 Settembre 2019

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 2019 – Versamento 1° rata imposte contribuenti TITOLARI di P.IVA SOGGETTI ISA

30 Settembre 2019 in Scadenze

SOGGETTI: Contribuenti TITOLARI di partita IVA SOGGETTI ISA, tenuti ad effettuare i versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi annuali delle persone fisiche, delle società di persone e degli enti ad esse equiparati e dell'Irap (Modelli 730/2019, REDDITI Persone Fisiche 2019 e REDDITI SP-Società di persone ed equiparate 2019 e dichiarazione IRAP 2019) che scelgono di versare le imposte dovute (saldo per l'anno 2018 e prima rata di acconto per il 2019) in unica soluzione o in rate mensili, entro il 30 settembre 2019.
Riferimenti normativi: L’articolo 12-quinquies del Decreto Crescita (34/2019) ha prorogato al 30 settembre i termini per i versamenti delle imposte dirette, dell’IRAP e dell’IVA, scadenti tra il 30 giugno e il 30 settembre 2019, per i soggetti nei confronti dei quali sono stati approvati gli indici sintetici di affidabilità fiscale – ISA e che dichiarano ricavi o compensi di ammontare non superiore al limite stabilito.
ADEMPIMENTO:

  • Versamento in unica soluzione o come prima rata dell'Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l'anno 2018 e di primo acconto per l'anno 2019.
  • Versamento in unica soluzione o come prima rata dell'addizionale regionale all'Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, dovuta per l'anno d'imposta 2018.
  • Versamento in unica soluzione o come prima rata dell'addizionale comunale all'Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l'anno 2018 e di primo acconto per l'anno 2019.
  • Versamento in unica soluzione o come prima rata delI'Irap risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l'anno 2018 e di primo acconto per l'anno 2019.

MODALITA': Modello F24 con modalità telematiche, direttamente (utilizzando i servizi "F24 web" o "F24 online" dell'Agenzia delle Entrate, attraverso i canali telematici Fisconline o Entratel oppure ricorrendo, tranne nel caso di modello F24 a saldo zero, ai servizi di internet banking messi a disposizione da banche, Poste Italiane e Agenti della riscossione convenzionati con l'Agenzia delle Entrate) oppure tramite intermediario abilitatoCODICI TRIBUTO:

  • 1668 – Interessi pagamento dilazionato imposte erariali
  • 4001 – Irpef Saldo
  • 4034 – Irpef acconto – seconda rata
  • 3801 – Addizionale regionale all'imposta sul reddito delle persone fisiche
  • 3805 – Interessi pagamento dilazionato tributi regionali
  • 3843 – Addizionale comunale all'Irpef – Autotassazione – acconto
  • 3844 – Addizionale comunale all'Irpef – Autotassazione – saldo
  • 3857 – INTERESSI PAGAMENTO DILAZIONATO – AUTOTASSAZIONE – ADDIZIONALE COMUNALE ALL'IRPEF
  • 3800 – Imposta regionale sulle attività produttive – Saldo
  • 3805 – Interessi pagamento dilazionato tributi regionali
  • 3812 – Irap – acconto – seconda rata

Studio Dr. Maurizio Mottola - Dottore Commercialista - Revisore Legale - Partita IVA: 02676200732