FISCO » Accertamento e riscossione » Voluntary Disclosure

Voluntary disclosure: definite le regole per Campione d’Italia

1 Aprile 2015 in Notizie Fiscali
L’Agenzia delle Entrate ha definito, con il provvedimento del 31 marzo 2015, le regole sulla voluntary disclosure per le attività costituite o detenute in Svizzera dai residenti di Campione d’Italia. Il provvedimento è stato emanato in attuazione dell’articolo 5-quater, comma 6, del D.L. n. 167/1990, che prevedeva, infatti, un’apposita disposizione per i cittadini di Campione d’Italia, in considerazione della particolare collocazione geografica del comune. I cittadini campionesi sono esonerati dagli obblighi sul monitoraggio fiscale (compilazione del modulo RW), ma possono comunque avvalersi della collaborazione volontaria per l’emersione degli imponibili relativi ad attività costituite o detenute in Svizzera. Per i residenti nel comune di Campione, inoltre, non vale la regola che prevede, in caso di omessa dichiarazione di investimenti e attività finanziaria detenuti nei paradisi fiscali, il raddoppio dei termini a disposizione dell’Amministrazione fiscale per poter effettuare gli avvisi di accertamento ordinario (articolo 12, comma 2-bis del Dl 78/2009).
 

Studio Dr. Maurizio Mottola - Dottore Commercialista - Revisore Legale - Partita IVA: 02676200732