PRIMO PIANO

TASI con le stesse scadenze dell’IMU

5 Maggio 2014 in Notizie Fiscali
La conversione in legge del D.L. n. 16/2014 ha introdotto alcune modifiche alla disciplina della Tasi, il nuovo tributo per i servizi indivisibili dei Comuni. In particolare, viene stabilito che la Tasi, a regime, dovrà essere pagata alle stesse scadenze dell’Imu: 16 giugno e 16 dicembre, con facoltà di effettuare il versamento per l’intero anno in unica soluzione entro la prima data (16 giugno). La prima rata dovrà essere calcolata sulla base dell’aliquota e delle detrazioni dei dodici mesi dell’anno precedente; il saldo avverrà, a conguaglio, sulla base degli atti comunali pubblicati nell’apposito sito alla data del 28 ottobre (in caso di mancata pubblicazione, varranno gli atti adottati per l’anno precedente). Con riferimento, invece, al primo anno di applicazione del tributo (2014), se il Comune non pubblica entro il 31 maggio 2014 la delibera comunale di approvazione delle aliquote e delle detrazioni: per gli immobili adibiti ad abitazione principale, la Tasi dovrà essere pagata in unica soluzione entro il 16 dicembre; per gli altri immobili, la prima rata andrà versata applicando l’aliquota di base dell’1 per mille. La Tasi dovrà essere pagata tramite modello F24 o apposito bollettino di conto corrente postale.
 

Studio Dr. Maurizio Mottola - Dottore Commercialista - Revisore Legale - Partita IVA: 02676200732