PRIMO PIANO

Sostituti d’imposta: recupero ritenute in F24 senza divieto di compensazione debiti iscritti a ruolo

5 Agosto 2015 in Notizie Fiscali
Con la Risoluzione n. 73/E di ieri 4 agosto 2015, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’ambito applicativo della disposizione del “decreto semplificazioni” (articolo 15 del D.Lgs. n. 175/2014) che, in un’ottica di trasparenza, ha stabilito che il sostituto d’imposta recuperi le ritenute (e le imposte sostitutive) versate in più rispetto a quanto dovuto e le somme rimborsate ai sostituiti in sede di assistenza fiscale, tramite compensazione con il modello F24. In particolare, le Entrate hanno ora precisato che tale compensazione non è soggetta al divieto di utilizzare in compensazione crediti erariali in presenza di debiti iscritti a ruolo di importo superiore a 1.500 euro (pena l’applicazione di una sanzione del 50% dell’importo indebitamente compensato). Tale divieto di compensazione, infatti, opera esclusivamente in caso di compensazione “orizzontale”, e non anche quella “verticale”.
 

Studio Dr. Maurizio Mottola - Dottore Commercialista - Revisore Legale - Partita IVA: 02676200732