FISCO » Accertamento e riscossione » Accertamento e controlli

Riscossione: in vista un taglio dell’aggio dovuto a Equitalia

25 Giugno 2015 in Notizie Fiscali
Uno dei cinque schemi di decreti attuativi della Delega fiscale in esame al Consiglio dei Ministri di domani riguarda l’ampliamento dell’ambito applicativo della rateizzazione dei debiti tributari, l’efficienza e l’efficacia dell’attività di riscossione. Nel pacchetto di misure previste a tal fine, c’è anche quella che prevede un taglio di 2 punti percentuali dell’aggio della riscossione dovuto ad Equitalia che potrebbe scendere, quindi, dall’attuale 8 al 6 per cento. Inoltre, viene prevista la possibilità che Equitalia rinunci del tutto all’aggio riversandolo direttamente nelle casse dell’Erario. Con riguardo alla rateizzazione, viene introdotto il principio della «lieve inadempienza»: se il debitore versa nei cinque giorni successivi alla scadenza della rata non perde i benefici della dilazione. La lieve inadempienza sarà applicata nel limite del 3% e per debiti fino a 10mila euro. Come indicato espressamente dalla delega, la rateazione riguarderà anche le somme dovute per strumenti deflattivi del contenzioso come l’accertamento con adesione, la mediazione e la conciliazione. Il periodo di rateazione resterà trimestrale ma passerà da 3 a 4 anni.
 

Lascia un commento

Devi sessere loggato per lasciare un commento.

Studio Dr. Maurizio Mottola - Dottore Commercialista - Revisore Legale - Partita IVA: 02676200732