PRIMO PIANO

Quote estere trasferite per successione o donazione: esenti solo a certe condizioni

15 Gennaio 2013 in Notizie Fiscali

La Direzione regionale delle Entrate della Lombardia, in risposta ad una richiesta di chiarimenti da parte dell’Associazione italiana Dottori Commercialisti (Aidc), ha precisato che il trasferimento per successione o per donazione di quote di società estere è esente dall’imposta di successione e donazione solo a patto che ricorrano le medesime condizioni previste dal legislatore nazionale relativamente alle partecipazioni in società residenti in Italia. In particolare: per le quote di società di persone estere, gli aventi causa devono proseguire per almeno 5 anni l’attività d’impresa precedentemente svolta dal donante o dal de cuius; per le quote di società di capitali estere, è necessaria l’acquisizione o l’integrazione del controllo, oltre all’impegno di mantenimento dello stesso per almeno 5 anni.

Studio Dr. Maurizio Mottola - Dottore Commercialista - Revisore Legale - Partita IVA: 02676200732