FISCO » Tributi Locali e Minori » IUC (Imu - Tasi - Tari)

IMU, l’acconto va calcolato in base alle aliquote dell’anno precedente

12 Giugno 2013 in Notizie Fiscali
Il Decreto sblocca – debiti (D.L. n. 35/2013), convertito nella Legge n. 64/2013 in vigore dall'8 giugno, prevede alcune modifiche alle modalità di calcolo dell'IMU. In particolare, stabilisce che, per il versamento della prima rata, si deve fare riferimento all’aliquota e alle detrazioni dei 12 mesi dell’anno precedente, senza quindi che sia più necessario verificare l’avvenuta pubblicazione delle delibere e dei regolamenti da parte del Comune entro il 17.06.2013. Il versamento della seconda rata, invece, dovrà avvenire, a saldo di quanto dovuto per l’intero anno e con eventuale conguaglio della prima rata versata, sulla base degli atti pubblicati nel sito del Mef entro il 28.10 di ciascun anno d’imposta. A tal fine, il Comune è tenuto ad effettuare l’invio telematico entro il 21.10 dell’anno stesso. In caso di mancata pubblicazione entro il 28.10, “si applicano gli atti adottati per l’anno precedente”.
 

Lascia un commento

Devi sessere loggato per lasciare un commento.

Studio Dr. Maurizio Mottola - Dottore Commercialista - Revisore Legale - Partita IVA: 02676200732