FISCO » Tributi Locali e Minori » IUC (Imu - Tasi - Tari)

IMU 2013, no alla seconda rata per gli immobili “merce” delle imprese edili

13 Dicembre 2013 in Notizie Fiscali
La seconda rata dell'IMU 2013 (in scadenza il prossimo 16 dicembre) non è dovuta sui fabbricati "costruiti e destinati dall'impresa costruttrice alla vendita" almeno finché permane la destinazione alla vendita e non vengano locati. L'IMU resta, invece, dovuta fino al 30 giugno 2013, quindi a titolo di prima rata. A stabilirlo è l'art. 2 del D.L. n. 102/2013. La stessa norma dispone anche che, per tali immobili, dal 1° gennaio 2014 l'IMU non è dovuta. Ora, con la Risoluzione n. 11/DF del Dipartimento delle Finanze dell'11 dicembre 2013, viene precisato che per "fabbricati costruiti" devono intendersi anche i fabbricati acquistati dall'impresa costruttrice e sui quali essa procede ad interventi incisivi di recupero (art. 3, comma 1, lett. c), d) ef), D.P.R. n. 380/2001). Pertanto, anche questi ultimi fabbricati sono esenti dall'IMU (seconda rata 2013 e poi a regime dal 1° gennaio 2014), però solo a partire dalla data di ultimazione dei lavori si ristrutturazione.
 

Studio Dr. Maurizio Mottola - Dottore Commercialista - Revisore Legale - Partita IVA: 02676200732