LAVORO » Previdenza e assistenza » Contributi Previdenziali

Contributi previdenziali unici per chi lavora in più stati europei

29 Ottobre 2012 in Notizie Fiscali

Il regolamento europeo 465/2012 di coordinamento delle legislazioni previdenziali dei paesi UE , entrato in vigore il 28 giugno 2012 , stabilisce che in caso di lavoro svolto in più stati europei si applica la legge del paese di residenza del lavoratore sempre che qui si svolga almeno il 25% della sua attività. Se questo non accade vale sempre la residenza se il lavoratore è alle dipendenze di due o più imprese con sede nelle stesso stato, mentre è soggetto a quella dello stato in cui ha sede il datore di lavoro in tutti gli altri casi. La modifica rispetto al passato è stata introdotta dal nuovo paragrafo 1 nell’art. 13 del regolamento 883/2004. Sono interessati soprattutto i manager delle aziende multinazionali.

Studio Dr. Maurizio Mottola - Dottore Commercialista - Revisore Legale - Partita IVA: 02676200732