FISCO » Sostituti di imposta » Certificazione Unica

Certificazione Unica 2018: oggi ultimo giorno per l’invio. Le sanzioni previste

7 Marzo 2018 in Notizie Fiscali

Ultimo giorno oggi per la trasmissione della Certificazione Unica 2018. Entro oggi infatti, i sostituti d'imposta devono compilare la CU2018 per indicare i dati reddituali e previdenziali dei lavoratori dipendenti e assimilati, nonché di quelli relativi al lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi, e quelli relativi ai contratti di locazione breve.

In particolare, l'invio delle certificazioni relative ai redditi di lavoro dipendente, ai redditi di lavoro autonomo, ai redditi diversi, deve essere effettuata in via telematica all’Agenzia delle Entrate entro oggi mercoledì  7 marzo 2018 e consegnate ai percipienti entro il 31 marzo.

Attenzione: la trasmissione telematica delle certificazioni uniche contenenti esclusivamente redditi esenti o non dichiarabili mediante la dichiarazione dei redditi precompilata può avvenire entro il termine di presentazione della dichiarazione dei sostituti d’imposta (modello 770), ossia entro il 31 ottobre 2018.

Per coloro che non trasmettono entro oggi, sono previste delle sanzioni. Di seguito una tabella delle sanzioni.

Tipo di violazione Sanzione
OMESSA / TARDIVA / ERRATA PRESENTAZIONE CERTIFICAZIONE UNICA
  • € 100 per ogni CU, con un massimo di € 50.000. In caso di errata trasmissione la sanzione non si applica se la trasmissione corretta è effettuata entro 5 giorni dal termine.
  • € 33,33 per ogni CU, con un massimo di € 20.000 se la CU è trasmessa corretta entro 60 giorni dal termine di presentazione

Per evitare di incorrere in sanzioni, entro il 12.03.2018 (quindi entro i 5 giorni successivi rispetto al termine odierno) si potranno effettuare correzioni alle certificazioni inviate nei termini, senza incorrere in sanzioni. Ricordiamo inoltre, che in relazione poi alla verifica della tempestività delle comunicazioni presentate per via telematica, si considerano tempestive le comunicazioni trasmesse entro i termini previsti, ma scartate dal servizio telematico, purché ritrasmesse entro i cinque giorni successivi alla data contenuta nella comunicazione che attesta il motivo dello scarto. Ricapitolando:

Invio Termine Sanzioni
CU ORDINARIA 07.03.2018 nessuna
NUOVA CU CHE CORREGGE UNA CU INVIATA NEI TERMINI 12.03.2018  nessuna
CU ORDINARIA 06.05.2018 33,33€ per ogni CU
CU ORDINARIA 100 € per ogni CU

 

Lascia un commento

Devi sessere loggato per lasciare un commento.

Studio Dr. Maurizio Mottola - Dottore Commercialista - Revisore Legale - Partita IVA: 02676200732