LAVORO » Lavoro » Rubrica del lavoro

Assegno di sostegno al reddito: le istruzioni INPS

17 Dicembre 2015 in Notizie Fiscali

L’Inps, con circolare 201 del 16 dicembre 2015 illustra la disciplina dell’assegno ordinario, istituito dall’art. 30 del D.lgs. n. 148/2015, c.d.Jobs act, come misura di sostegno al reddito, assicurata dai Fondi di solidarietà bilaterali, in caso di sospensione o riduzione dell’attività lavorativa per le causali previste per la cassa integrazione guadagni ordinaria e straordinaria, in favore dei lavoratori  dei settori per i quali non è prevista la CIG. Nello specifico, tale assegno può essere richiesto per le seguenti causali:

  • situazioni aziendali dovute ad eventi transitori e non imputabili all’impresa o ai dipendenti;
  • situazioni temporanee di mercato;
  • riorganizzazione aziendale;
  • crisi aziendale, ad esclusione, a decorrere dal 1 gennaio 2016, dei casi di cessazione dell’attività produttiva dell’azienda o di un ramo di essa;
  • contratto di solidarietà;
  • procedure concorsuali con continuazione dell’attività di impresa (fino al 31/12/2015) 

L’intervento, dunque, è finalizzato a supportare sia ipotesi di crisi aziendali contingenti e di breve durata, sia ipotesi di crisi aziendali prolungate nel tempo e legate ad un ridimensionamento produttivo, o per limitare  la riduzione  del personale.

 

Studio Dr. Maurizio Mottola - Dottore Commercialista - Revisore Legale - Partita IVA: 02676200732