PRIMO PIANO

Elenco clienti fornitori obbligo di invio al 31 ottobre 2011

22 Dicembre 2010 in Normativa

Pubblicato il 22 dicembre 2010 il Provvedimento di attuazione della disciplina introdotta dall’art. 21 del DL 78/2010, in merito agli obblighi di comunicazione telematica delle operazioni rilevanti ai fini IVA di importo non inferiore a 3.000 euro.

In particolare, viene chiarito che una volta entrata a regime la disciplina, il termine di invio della comunicazione telematica delle operazioni rilevanti ai fini dell’IVA sarà il 30 aprile di ogni anno, ovvero i soggetti interessati dovranno comunicare le cessioni di beni e prestazioni di servizi (anche nei confronti dei privati) rilevanti ai fini IVA, dell’anno solare precedente per importi non inferiori ad euro 3.000, per le operazioni rilevanti ai fini dell’imposta sul valore aggiunto per le quali non ricorre l’obbligo di emissione della fattura il predetto limite è elevato a euro 3.600 al lordo dell’imposta sul valore aggiunto applicata.
Qualora siano stipulati più contratti tra loro collegati, ai fini del calcolo del limite, si considera l’ammontare complessivo dei corrispettivi previsti per tutti i predetti contratti.

Tuttavia solo per il periodo d’imposta 2010 per consentire un’attuazione graduale della disciplina, il Provvedimento prevede che l’importo di 3.000 euro sia elevato ad euro 25.000 e che siano escluse dall’obbligo di comunicazione in fase di prima applicazione, le operazioni rilevanti ai fini dell’imposta sul valore aggiunto per le quali non ricorre l’obbligo di emissione della fattura, effettuate fino al 30 aprile 2011.

Anche per quanto riguarda il termine di invio della comunicazione, solo per il periodo d’imposta 2010, questa può essere effettuata fino al 31 ottobre 2011.

ATTENZIONE:
L’Agenzia delle Entrate con Provvedimento del 16/09/2011 ha prorogato il termine ultimo di presentazione della comunicazione telematica delle operazioni rilevanti ai fini IVA di importo non inferiore a 3.000 euro (solo per il periodo d’imposta 2010 l’importo è elevato a 25.000) al 31/12/2011.
Allegati:

Studio Dr. Maurizio Mottola - Dottore Commercialista - Revisore Legale - Partita IVA: 02676200732